.
Annunci online

 
lucarossi 
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  fantanessuno
RED tv
luciano consoli
claudio caprara
mario adinolfi
marco de amicis
marco esposito
nessuno tv
paola di fraia
rudi ghedini
  cerca

In onda su RED

www.redtv.it


 

diario | Fotografando |
 
Diario
1visite.

10 luglio 2009

l'altro G8

 

Si è concluso il G8. Ci si aspettava la grande disfatta di Silvio Berlusconi, stile G7 a Napoli, 1994, quando gli arrivò il famoso avviso di garanzia. Come al solito il premier scompagina le carte in tavola e vince, vince soprattutto grazie alla scelta di fare il summit a l'Aquila, nei luoghi del terremoto. Dalle macerie...

8 luglio 2009

i grandi della terra

L'AQUILA - Il vertice del G8 a L'Aquila è ufficialmente iniziato. Ad aprire i lavori un pranzo di lavoro incentrato sui temi dell'economia globale, iniziato intorno alle 13, 30 con un ritardo di circa mezz'ora sulla tabella di marcia. La prima delle tre giornate di lavoro è ristretta ai leader degli Otto Grandi (Italia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Russia e Stati Uniti) più il presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso, e il premier svedese e presidente di turno dell'Ue, Fredrik Reinfeldt. (Da il Corriere.it)

Roma è sotto assedio. Per andare a lavoro dobbiamo dimostrare di lavorare effettivamente a Palazzo Grazioli (a Red Tv, non vi fate illusioni...), la città è piena di carabinieri, poliziotti e finanzieri...devo ancora decidere se hanno superato (per densità e capacità di ingorgo) i turisti. Io a questi grandi summit non ci ho mai creduto, ma ogni volta li guardo con grande attesa, sperando di essere smentito: buon lavoro!

 

 

 

 

 

16 novembre 2008

Antonio Manganelli




"Il capo della polizia Antonio Manganelli non si volta dall'altra parte. Non chiude gli occhi. Non sceglie un comodo silenzio. Decide di guardare in faccia la realtà e la realtà è che i pestaggi della Diaz - come le torture di Bolzaneto - sono una frattura tra lo Stato e la società, tra le forze dell'ordine e una giovane generazione. Una macchia nella storia dell'istituzione che governa. È un'ombra incancellabile. Manganelli sembra saperlo, ma dichiara la sua disponibilità a collaborare "senza alcuna riserva" per ricostruire quella "pagina nera" nella convinzione che un'opera di verità possa, per lo meno, evitare che le violenze poliziesche si ripetano in un futuro." (Giuseppe D'Avanzo su Repubblica)

La sentenza sui fatti di Genova ha suscitato, come era ovvio, molte polemiche e lasciato aperte troppe questioni. Condannare gli uomini del Reparto Mobile della squadra antisommossa comandati da Vincenzo Canterini ed assolvere contemporaneamente tutti i vertici della polizia è una pesante incongruenza, e sa molto di giustizia italiana: condanna per gli esecutori, silenzio assoluto sui mandanti. Ora, pur ammettendo l'ipotesi che ci sia stato uno scollamento tra i vertici e le squadre speciali che intervennero, credo che, come dice D'Avanzo, non vada sprecata quest'occassione: il capo della polizia, Manganelli, chiede di far luce sulla vicenda, chiede di spiegare fino in fondo cosa accadde quella notte. Bisogna che parli. Non dimentichiamo che si è già assunto in pieno la responsabilità della morte di Gabriele Sandri.

15 luglio 2008

G8

 «QUALCOSA DI GRAVE E' SUCCESSO»



Un po' di tempo fa è venuta a parlarci del G8 l'autrice di questo fumetto...la condanna era scontata, anche se questa prima tranche è per gli atti compiuti nella caserma di Bolzaneto. Le immagine che avete visto sopra e quelle del fumetto qui sotto invece si riferiscono all'irruzione nella scuola Diaz...



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. g8 diaz genova 2001 bolzaneto beccogiallo

permalink | inviato da lucarossi il 15/7/2008 alle 1:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

10 luglio 2008

Clima pesante

 


Il G8 si conclude con piccoli passi avanti,  un impegno formale a ridurre le emissioni del 50% entro il 2050 ma Pechino e Delhi hanno grandi riserve. In Italia scoppia la polemica sul nucleare mentre l'Iran continua i test missilistici.

Ne parliamo dalle 16,30 in poi, su Nessuno Tv, insieme alla nostra Virginia Polizzi, con Umberto Ranieri,
consulente per gli esteri per Giorgio Napolitano


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. iran clima g8 nucleare

permalink | inviato da lucarossi il 10/7/2008 alle 11:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
giugno        settembre