.
Annunci online

 
lucarossi 
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  fantanessuno
RED tv
luciano consoli
claudio caprara
mario adinolfi
marco de amicis
marco esposito
nessuno tv
paola di fraia
rudi ghedini
  cerca

In onda su RED

www.redtv.it


 

diario | Fotografando |
 
Diario
1visite.

20 febbraio 2009

Assemblea Ri-Costituente




Domani, dalle ore 10,00, su Red Tv (canale 890 di Sky), mandiamo in diretta l'Assemblea Costituente del Pd. Non so come andrà a finire, oggi al coordinamento i Colonnelli sembravano quasi tranquilli: prevedono una partecipazione del 50% dei delegati, e comunque sia di gente che di solito fa politica attiva (non verrà insomma quella società civile che tanto piaceva a W). Si affidano al loro senso di responsabilità, pensano che piuttosto che andare alle primarie (e, nel loro pensiero, perdere tempo prezioso in vista delle elezioni), i costituenti del Pd possano turarsi il naso e accettare la segreteria di uno che esprime la stessa linea del segretario appena dimessosi (essendone stato il vice). La paura comunque rimane, in quel "l'Assemblea è sovrana" di Anna Finocchiaro, molti hanno letto una sottile soddisfazione (e un osuro presagio) della presidente dei Senatori all'idea che si vada alle primarie, idea che non sembra così peregrina se da regioni come l'Emilia Romagna, la Toscana e la Calabria (ultime roccaforti democratiche) arrivano richieste in tal senso. E poi ci sarà lui, Arturo Parisi, a tirare le fila degli scontenti e magari a scaldare un'Assemblea che, fino a qualche giorno fa, tutti davanoper morta.

1 dicembre 2008

a nord del PD



"Sono assolutamente aperto perché ritengo che un coordinamento del Nord possa essere utile ritengo, non da oggi, ed avere un ruolo e una funzione nell'elaborazione di linee, strategie e alleanze". (Walter Veltroni, da Madrid, dove sta seguendo i lavori del PSE)

Il PD sta attraversando un momento molto difficile: questione morale che si riapre, con i fatti di
Napoli e quelli di Firenze (senza dimenticare Genova), postumi della battaglia interna tra dalemiani e veltroniani, scoppiata all'indomani del caso Vigilanza Rai (con popolari fortemente complessati), questione infinita della collocazione europea, con una settimana che vede Veltroni/Fassino alla riunione del PSE di Madrid (ma solo Fassino firmerà il manifesto in qualità di segretario dei DS), e Rutelli/Fioroni a Bruxelles per la riunione del PDE. In questo scenario, la dichiarazione di Veltroni va presa come un punto positivo e sicuramente un passo avanti verso quel PD federale che è stato sempre nelle intenzioni del segretario, fin dalla discesa in campo al Lingotto. Vedremo se i corridoi del Nazareno saranno sollevati da qualche incombenza di troppo...

sfoglia
gennaio        marzo