.
Annunci online

 
lucarossi 
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  fantanessuno
RED tv
luciano consoli
claudio caprara
mario adinolfi
marco de amicis
marco esposito
nessuno tv
paola di fraia
rudi ghedini
  cerca

In onda su RED

www.redtv.it


 

diario | Fotografando |
 
Diario
1visite.

23 aprile 2009

segreDario capotreno

 

Dai tempi di Rutelli il centro sinistra il treno non l'ha preso più. Cicciobello arrivò alla stazione con 3 punti percentuale di ritardo che gli costarono premio di maggioranza e governo del paese. Dario Franceschini rischia di arrivare con un ritardo un bel po' più pesante: forse i copricapo è meglio lasciarli a chi se ne mette molti (forse anche perchè i capelli sono pochi), a noi Franceschini piace con il suo bel ciuffo.

1 marzo 2009

il nuovo partito




Ancora una volta Diego Bianchi (in arte Zoro) dà il meglio di sè. Se avete seguito un po' le vicende degli ultimi giorni, questa è davvero esilarante

26 febbraio 2009

il segreDario




Sono stato qualche giorno fuori, perciò farò oggi le mie considerazioni sull'assemblea di sabato. Devo dire che l'elezione plebiscitaria di Franceschini mi è sembrata scontata già all'inizio della mattinata, quando Rosy Bindi si stava impegnando a spiegare ai suoi che non c'era motivo per non votare l'ex popolare, che questo era un momento di transizione, insomma, che ci avrebbe pensato lei ad indirizzarlo. Dopo l'elezione, che la candidatura di Parisi ha ulteriormente rafforzato (si spiega perchè lo stesso Franceschini lo ha aiutato a raccogliere le firme necessarie per la candidatura), il segreDario ha fatto un bel discorso, l'unico che potesse fare, un discorso adatto al momento (cosa che ultimamente non riusciva troppo bene a W), umile ma ben preciso. Ha raccolto alla fine due istanze importanti, che venivano direttamente dall'assemblea: l'importanza da dare al territorio (addio partito liquido) e azzeramento degli organismi dirigenti. Sulla seconda rimane ancora qualche dubbio, anche perchè, azzerare la classe dirigente significa, soprattutto in qesto momento, perdere consensi. 100 giorni per dare la nuova linea al partito e, secondo me, il segreDario lavorerà sodo (da buon ferrarese, nel silenzio ma non nell'ombra), e certo non sarà quel "reggente" o "traghettatore" che molti si immaginavano (e auspicavano), anzi, al congresso di ottobre ci arriverà con un bell'esercito e se la giocherà fino in fondo.

21 febbraio 2009

il nuovo leader

 

 
Dopo le dimissioni di Veltroni, chi potrà guidare, secondo voi, il partito?
Un nome nuovo
(26452 voti) 22%
(26452 voti) - 22%
Pierluigi Bersani
(23314 voti) 19%
(23314 voti) - 19%
Rosy Bindi
(4600 voti) 4%
(4600 voti) - 4%
Mercedes Bresso
(2207 voti) 2%
(2207 voti) - 2%
Massimo Cacciari
(5545 voti) 5%
(5545 voti) - 5%
Sergio Chiamparino
(5107 voti) 4%
(5107 voti) - 4%
Sergio Cofferati
(5823 voti) 5%
(5823 voti) - 5%
Gianni Cuperlo
(1094 voti) 1%
(1094 voti) - 1%
Massimo D'Alema
(4762 voti) 4%
(4762 voti) - 4%
Piero Fassino
(1264 voti) 1%
(1264 voti) - 1%
Anna Finocchiaro
(12478 voti) 10%
(12478 voti) - 10%
Dario Franceschini
(1285 voti) 1%
(1285 voti) - 1%
Enrico Letta
(3233 voti) 3%
(3233 voti) - 3%
Franco Marini
(375 voti) 0%
(375 voti) - 0%
Giovanna Melandri
(1036 voti) 1%
(1036 voti) - 1%
Arturo Parisi
(550 voti) 0%
(550 voti) - 0%
Matteo Renzi
(2225 voti) 2%
(2225 voti) - 2%
Francesco Rutelli
(827 voti) 1%
(827 voti) - 1%
Renato Soru
(14598 voti) 12%
(14598 voti) - 12%
Nicola Zingaretti
(3309 voti) 3%
(3309 voti) - 3%
120084 voti alle 0:48. Sondaggio aperto alle 09:48 del 18.02.2009

(da un sondaggio di Repubblica.it.)

20 febbraio 2009

Assemblea Ri-Costituente




Domani, dalle ore 10,00, su Red Tv (canale 890 di Sky), mandiamo in diretta l'Assemblea Costituente del Pd. Non so come andrà a finire, oggi al coordinamento i Colonnelli sembravano quasi tranquilli: prevedono una partecipazione del 50% dei delegati, e comunque sia di gente che di solito fa politica attiva (non verrà insomma quella società civile che tanto piaceva a W). Si affidano al loro senso di responsabilità, pensano che piuttosto che andare alle primarie (e, nel loro pensiero, perdere tempo prezioso in vista delle elezioni), i costituenti del Pd possano turarsi il naso e accettare la segreteria di uno che esprime la stessa linea del segretario appena dimessosi (essendone stato il vice). La paura comunque rimane, in quel "l'Assemblea è sovrana" di Anna Finocchiaro, molti hanno letto una sottile soddisfazione (e un osuro presagio) della presidente dei Senatori all'idea che si vada alle primarie, idea che non sembra così peregrina se da regioni come l'Emilia Romagna, la Toscana e la Calabria (ultime roccaforti democratiche) arrivano richieste in tal senso. E poi ci sarà lui, Arturo Parisi, a tirare le fila degli scontenti e magari a scaldare un'Assemblea che, fino a qualche giorno fa, tutti davanoper morta.

19 febbraio 2009

Dario Franceschini




Dario Franceschini si candida ad essere il nuovo segretario del Pd. Sabato ci sarà l'Assemblea Costituente e l'elezione dell'attuale vicesegretario, designato da Veltroni, non sembra più tanto scontata: sembra che i 3/4 dell'assise non siano d'accordo con l'elezione di un segretario "traghettatore" ma spingano direttamente per le primarie. Gi oligarghi in questo momento sono in riunione per tastare il terreno: prendere una bocciatura sul candidato segretario sarebbe veramente mettere la parola fine (intanto Arturo Parisi si candita alla segreteria come esponente dell'Ulivo).

sfoglia
marzo        maggio