Blog: http://lucarossi.ilcannocchiale.it

recession




L'Ibex, l'indice della Borsa di Madrid, fa segnere - 8%, a causa delle decisioni del governo argentino di nazionalizzare i fondi pensione. Buenos Aires, solo ieri, ha perso il 16%, ma sono giorni che l'indice scende vertiginosamente, tanto da far temere un default-bis, simile a quello che nel 2001 mise in ginocchio il paese (e i milioni di risparmiatori che avevano investito in bond argentini). Brutto momento per la Spagna, che è risultata essere uno dei paesi più colpiti dal crack finanziario, proprio in virtù del fatto che il boom economico dell'ulimo decennio si è basato molto sull'edilizia, ed è proprio il settore edile quello implicato maggiormente (nella penisola iberica, al contrario dell'Italia, circa l'80% dei mutui sono a tasso variabile). Zapatero si è beccato un altro duro colpo, con l'esclusione al G20 allargato, la Spagna non rientrerebbe neanche fra i paesi considerti emergenti, ma "e gradito il suo aiuto attraverso l'invio di idee e proposte". E pensare che quest'estate, dopo la vittoria dell'Europeo, la Spagna era lanciatissima verso l'Olimpo delle grandi nazioni...

Pubblicato il 23/10/2008 alle 12.45 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web