Blog: http://lucarossi.ilcannocchiale.it

cucù



"Il presidente del Consiglio, nell'accogliere Angela Merkel a piazza dell'Unità d'Italia, si è nascosto dietro uno dei grandi lampioni della storica piazza cittadina. Il cancelliere tedesco, scesa dalla macchina, si è avvicinata verso il picchetto d'onore posizionato davanti al palazzo della Regione dove la attendeva il premier. Ma mentre percorreva la breve distanza che li separava, Berlusconi ha approfittato della presenza di numerose persone della scorta e del cerimoniale per mettersi dietro il lampione. Poi, quando la Merkel ha raggiunto il punto previsto per l'incontro passando proprio accanto al lampione, è sbucato fuori e, secondo alcuni lì vicino, avrebbe detto: «Cu, cu». Il cancelliere, allargando le braccia e con aria divertita, ha risposto: «Silvio»."

Il punto sulla politica italiana: un certo Riccardo Villari (fino a giovedì pressochè sconosciuto ai più), tiene sotto scacco Walter Veltroni e fa riesplodere il problema della leadership, tanto che stamattina il segretario si è recato dal Presidente Napolitano per lamentare la "delegittimazione" che sta mettendo in atto il Pdl, anche se suonava come una ricerca di legittimazione interna. Nel frattempo il premier Silvio Berlusconi continua ad occuparsi di politica estera, nella speranza di arginare la crisi finanziaria. Oggi ha accolto la Merkel, alle prese anche lei con una profonda recessione, e cercando evidentemente di sdrammatizzare, le ha fatto cucù...

Pubblicato il 18/11/2008 alle 13.49 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web