Blog: http://lucarossi.ilcannocchiale.it

Out of Captivity




Arrogante, eccentrica, ladra, scriteriata al punto da
mettere a repentaglio le loro stesse vite, cercando di convincere i loro aguzzini che erano spie della Cia. E' spietato il ritratto di Ingrid Betancourt che emerge dal libro Out of Captivity... ...Ma le rivelazioni più provocatorie del libro riguardano la 48enne attivista e politica franco-colombiana, rapita un anno prima di loro. «Era lei la padrona del gulag», punta il dito il 44enne Stansell, ex marine. «Ho visto con i miei stessi occhi mentre cercava di impadronirsi del campo con una arroganza fuori controllo. Gli aguzzini — aggiunge — ci trattavano meglio di lei».

Questo volume di memorie scritto a 6 mani da Keith Stansell, Thomas Howes e Marc Gonsalves, i tre militari americani detenuti insieme alla Betancourt, è destinato a fare scalpore. Soprattutto perchè il ritratto che ne esce della leader colombiana è molto diverso da quella che ci immaginavamo noi, abituati a vedere una figura esile, dai lunghi capelli, che sembrava quasi una madonna in preghiera...a quanto pare i 1.967 giorni di prigionia sono stati tutt'altro.

Pubblicato il 27/2/2009 alle 13.9 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web