Blog: http://lucarossi.ilcannocchiale.it

fumo (verde) negli occhi e dolorose scie...

 

TRIPOLI - Quella di ieri, sul cielo di Tripoli, doveva essere la prova generale della manifestazione acrobatica che la nostra pattuglia — che tutto il mondo ci invidia per la sua abilità — avrebbe dovuto fare per i festeggiamenti odierni in occasione dei 40 anni della rivoluzione verde che portò al potere il colonnello Muhammar Gheddafi. E il colore verde potrebbe essere all'origine della cancellazione.

Gheddafi, in occasione della festa dei suoi 40 anni di dittatura, vorrebbe che le nostre Frecce Tricolore scaricassero nel cielo il fumo verde dell'Islam (e della sua rivoluzione). Gheddafi, che per l'occasione non è avaro di grandi ragionamenti geopolitici, addita Israele come l'unico colpevole di tutti i mali che hanno colpito l'Africa negli ultimi anni. E sì che accanto a lui, proprio per affrontare temi e problemi relativi al grande continente africano, ha invitato nelle sue tende ospiti di tutto rispetto: Robert Mugabe, leader dello Zimbabwe, da 30 anni al potere con metodi non proprio ortodossi; Omar Al Bashir, presidente del Sudan, su cui prea un mandato di cattura della Corte dell'Aia per crimini contro l'umanità. Per non farsi mancare niente c'è anche il capo dei pirati somali, tale Mohammed Abdi Hassan Hayr detto Afweyne.

Pubblicato il 1/9/2009 alle 11.29 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web