Blog: http://lucarossi.ilcannocchiale.it

gufi e allodole

... In sostanza per capire se vi ritaglierete un ruolo in società basta una domanda: siete allodole o gufi? «Se si parla di affermazione professionale i morning-people hanno carte migliori. Sono iperattivi, in grado di anticipare i problemi e di minimizzarli. Saranno loro a fare carriere più brillanti e a guadagnare di più»... ...Si è gufi tra i 13 e i 30 anni, ci si divide a metà tra i 30 e i 50, si è tendenzialmente allodole dopo i 60. «Non è questione di quanto si dorme, ma di quando. Ad essere decisivo è il timing. Chi è in grado di sfruttare subito la luce del sole vince, anche se va detto che i gufi hanno altre qualità». Quali? «Sono più creativi e hanno un senso dell’umorismo decisamente più spiccato». Per loro è come se verso il tramonto suoni di campane e melodie di mandolini annunciassero la primavera del cervello negli eterni passi della vita. Si rianimano e inventano il domani guardando le allodole che stanche e vincenti tornano verso casa. Guadagnano meno, forse, ma si divertono moltissimo. (Andrea Malaguti da La Stampa di oggi)

Intervista molto divertente del corrispondente de La Stampa da Londra ad un professore tedesco, tale Cristoph Randler, che parla del suo ultimo studio. Pare che tutti i grandi della storia si alzassero presto, che lo facciano anche i capi di stato odierni, per una corrispondenza, a quanto pare perfetta, tra le ore lavorative e la luce del sole. La notte però, ispira le creazioni migliori.

Pubblicato il 7/7/2010 alle 14.22 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web